UNICOST CSM

Intervento di Francesco Cananzi in plenum per la proposta PNA di Federico Cafiero

Signor Presidente, 

< Io credo che il Procuratore Nazionale Antimafia abbia il compito di rendere effettivo il coordi namento delle indagini, 

(…) la PNA … è servente, ..deve costituire un supporto e un sostegno per l'attività investigativa in contrasto alla cri minalità organizzata ….

in realtà quello che conta, nelle funzioni del Procuratore Nazionale Antimafia … è questocompito di impulso, di promozione del collegamento e del coordinamento investigativo.In altri termini un coordi namento che viene visto in positivo….  

Il flusso delle informazioni deve essere sistematico e basato sull'informatica; si creerà d'intesa fra tutte le Procure distrettuali un sistema che sia tale da assicurare da un lato una sufficiente circolarità delle notizie  e dall'altro di assicurare la tutela della riservatezza in determinati casi. 

Mi sembra poi estremamente importante, poiché siamo alla vigilia dell'ingresso dell'Italia nell'Europa, un gruppo di lavoro, composto di magistrati e non di funzionari amministrativi,che si occupi di rapporti internazionali e che costituisca quindi un utile mezzo di conoscenza. ….

…. Credo che il principio gerarchico, come ormai riconosciuto da tutti, sia ampiamente recessivo nei rapporti interorganici persino nel campo del diritto am ministrativo quindi quando si parla di intesa intendo che per far funzionare questi organismi tutto debba essere affi dato al consenso e non al rapporto gerarchico>

Così si esprimeva Giovanni Falcone il 24 febbraio 1992 in occasione dell'audizione consiliare proprio per l'incarico di Procuratore Nazionale.

Continua...