Comitato Coordinamento Nazionale 31 gennaio 2015

UNITA' PER LA COSTITUZIONE
COMITATO DI COORDINAMENTO NAZIONALE

 

Verbale 31 gennaio 2015

STABILE:
Siamo riuniti per dare alla corrente un nuovo segretario e un nuovo presidente, che si troveranno a gestire un momento molto delicato della vita associativa del gruppo della magistratura intera.
l'attuale clima politico e' per tanti aspetti piu' difficile di quello precedente, basti considerare che al-inaugurazione delf'anno giudiziario il governo ha ritenuto di non partecipare ne' con il Presidente, ne' con un suo altro rappresentante. E' dunque importante votare con coscienza e serieta', nella consapevolezza della ineludibile esigenza del difficile clima in cui il gruppo dovra' muoversi e te-nendo conto delle novita' che anche all-interno del CSM stanno avanzando. Pensate alla presenza di un gruppo laico nel quale ormai non vi sono piu' barriere ideologiche tra destra e sinistra.
abbiamo assicurato una specie di cabina per consentire di avere almeno un minimo di riservatezza ai votanti.

Si chiede se vi sia la posibilita' di una rapida presentazione che di se' stessi i candidati intendano fare.

Mannino: Non ho interessi personali e la mia candidatura e' una testimonianza di chi, avendo un percorso completo nel gruppo, vuole semplicemente mettere a disposizione di unicost la propria esperienza. C'e' bisogno di unita', anche in considerazione delle rotture e degli sfilaccianti che sono state avvertite nel-ultima consiliatura del CSM. Non credo che la candidatura di Morlini, cui pur tributo stima e apprezzamento, possa identificare meglio e dare piu' rappresentanza al Nord. Il mio impegno sara' per tutto il gruppo.

Casella: non diro' perche' non e' giusto votare per Mannno o per Morlini. Diro' perche' ho ritenuto di candidarmi. I rapporti con la politica sono piu' complessi e difficili, anche perche' il nuovo premier non si accontenta di leggi ad personam, ma mira au un nuovo progetto dello Stato e dunque della magistratura.
Oggi il segretario generale di unicost, mutuando da una frase di Moro, deve guidare e non essere guidato. questo e' il compito che ritengo complesso e ineludibile del segretario, ed io vorrei colla-borare per consentire al segretario di svolgere questo compito immane.

Morlini: stimo tanto Casella e Mannino e ritengo che se uno di loro sara' presidente, sono sicuro che sapranno rappresentare la corrente al massimo livello. Se tuttavia vi e' interesse ad avere un presidente che sia piu' vicino territorialmente ad alcune aree, o una persona anagraficamente piu' giovane, o una persona che piu' che un intensa vita associativa esterna che ne ha permesso la conoscibilita', una esperienza parimenti importante sul piano scientifico, allora credo che la mia candidatura abbia una ragione per esse oggetto di attenzione da parte dei colleghi di unicost. Saro' comunque felice di essere a disposizione del gruppo in qualunque veste.

Carrelli Palombi: non esporro' in questo momento le linee programmatiche, che peraltro sono gia' contenute nella mail che mesi fa ho inviato. Voglio solo ricordare in questo momento che dopo l'esperienza unica al CSM, ho dato la mia disponibilita' a svolgere le funzioni di giudice in realta' giudiziarie di prima linea in uffici lontani da casa, come Reggio Calabria. dopo, avendo rinuncia alle funzioni di sostituto proc. generale in Cassazione, per polemiche che non mi toccavano perso-nalmente ma un modo di assumere funzioni dopo il CSM, ho scelto di svolgere le onerose funzioni di consigliere di cassazione. Quello che voglio, se saro' eletto segretario, e' un gruppo comunque e sempre unito e a tal fine intendo collaborare con qualunque sia il presidente votato, le cui candi-dature sono tutte degne e con ognuno di coloro che ha inteso candidarsi ho un grande rapporto e una grande stima. Non intendo pero' che le votazioni siano monche, nel senso che accanto a me ritengo indispensabile l'elezione in data odierna anche del presidente.

Ha inizio la votazione per segretario e per presidente.

Si da atto che per l'elezione del segretario Carrelli Palombi dichiara di astenersi dal voto


All'esito i risultati sono i seguenti:      
Segretario, votanti 78, Carreli 75, Stabile 1, Mannino 1, bianche 1.

Segretario è eletto Roberto Carrelli Palombi.
 

Matera: Voglio salutare tutti voi dopo dieci anni di segreteria. E un momento di passaggio difficile, e questi anni sono stati densi di soddisfazioni e anche di dispiaceri. gli anni che verranno saranno difficili, perché ora occorrerà temere le cose che non si vedono. prima i contraddittori erano visibili, ora non piu'. questa e una classe politica dirigente che ignora e vuole ignorare l'attivita' e le esigenze della magistratura.  Inoltre c'e un eidente deterioramento de tessuto associativo della magistratura, sopratutto perche' venuta meno la struttura di Area, in cui vi e una occupazione di spazi in nome di una proclamata professionalita' che di fatto fa da contraltare alla occupazione di spazi intrapresa da MI di Ferri. L nuova dirigenza di Unocost dovra' con spirito costruttivo confrontarsi con questa relata' associativa. Unicost deve restare fedele ai valori di fondo della magistratura associata e a i principi che l-'hanno caratterizzata negli ultimi anni. Siamo i piu' indipendenti ed autonomi, avendo come referente quello che e' scritto nei codici, e questo ci rafforza e ci pone in grado di saper dire dei no. Sono sicuroo che Roberto avra' la schiena dritta e pora' portare avanti questi valori con tutti voi. Un grazie a tutti voi, e un grazie particolare a Nello Stabile, che ha saputo interpretare il ruolo di presidente con rigore, con tratto umano, e con una qualita' intellettuale non comune e persona inoltre schietta.

Stabile: ringrazio Marcello, che ha saputo scolpire i rapporti che ci sono stati tra segretario e presi-dente, ognuno nel rispetto dei ruoli e questo con reciproca stima, fiducia, amicizia. A Marcello va il mio sincero riconoscimento e ringraziamento, riconoscendogli di aver portato avanti con grande impegno e raro acume politico per un decennio il gruppo. Conosco e mi congratulo con Roberto Carrelli, le cui indiscutibili qualita' sono da me conosciute diretamente.

Carrelli Palombi: voglio depositare il documento fondativo del 1979 di Unicost. era un momento delicato nella storia d'Italia per il complesso panorama politico e per il terrorismo Dobbiamo oggi come allora tenere la barra dritta per l'interesse del gruppo e della magistratura. Chiedo una sospensione dei lavori e chiedo di parlare con i candidati e con chi vorra' rimanere a discutere su come uscire dallo stallo che questa votazione ha evidenziato, perche' non intendo raccogliere una corrente in stallo e per questo io stesso mi riservo di accettare la mia nomina a segretario.


Per la presidenza i risultati sono i seguenti, Casella 27, Morlini 34, Mannino, 15


Dopo una sospensione dei lavori richiesti da Roberto Carrelli Palombi si prende atto del ritiro da parte dei tre candidati alla presidenza.

Successivamente vengono proposte le candidature di Scalise e di De Renzis.
si procede a nuovo voto. all'esito. Sono riportati i seguenti voti: Scalise 46, De Renzis 32.

Luisa De Renzis rinuncia alla candidatura, e viene acclamato presidente Angela Scalise.

Scarica il pdf