Intervento di Francesco Cananzi

Presentazione del Volume Razza e Ingiustizia a cura del CSM, del CNF e della Unione delle Comunità Ebraiche - Plenum del 13 settembre 2018

Intervento Cananzi Plenum Csm 13 9 2018

Sig. Vice Presidente
signori Consiglieri tutti,


l' anno 2018 ci vede ricordare tre anniversari che hanno tratti di forte correlazione: 80 anni dalla promulgazione delle leggi razziali in Italia, 70 anni dalla entrata in vigore della Costituzione italiana, 60 anni dalla legge istitutiva del Csm.


Sono tre eventi paradigmatici e progressivi, che dimostrano e riproducono come quel conflitto che ha percorso e percorre la storia dell'umanità, la distanza fra legge e giustizia, fra diritto, diritti naturali e coscienza morale, fra Creonte e Antigone, abbia trovato e possa trovare una soluzione in un costituzionalismo personalista, garantito da una magistratura realmente indipendente.


Le leggi razziali del '38 istituzionalizzarono per l'Italia quel processo di individuazione del <nemico oggettivo>, quello che Hannah Arendt indicava come funzionale alla costruzione del totalitarismo.


La debolezza delle Istituzioni di garanzia rispetto alla forza violenta della politica fascista, al cieco consenso popolare e mediatico, a sua volta accresciuto da una propaganda politica, scientifica e satirica, tesa a suscitare e consolidare ataviche paure, a cominciare da quelle relative alla <razza nemica>, inoculava nel tessuto sociale il germe del razzismo, preparando il terreno ad accogliere le leggi razziali.
Non posso qui non ricordare una bella e recente mostra sulla propaganda antisemita nazista e fascista promossa dal Museo della Shoah.

Continua...