News

I primi 6 mesi del CSM e prospettive dell'autogoverno

I primi 6 mesi del CSM e prospettive dell'autogoverno

 

La segreteria distrettuale Unicost di Lecce, ha organizzato l'evento "I primi 6 mesi del CSM e prospettive dell'autogoverno", che si terrà a Lecce il prossimo 29 marzo.

INTRODUCE

Raffaele Graziano, segreteria distrettuale Unicost

INTERVENGONO

Concetta Grillo, consigliere C.S.M.

Luigi Spinaconsigliere C.S.M.

Italo Federici, componente Consiglio Giudiziario Lecce

Stefania Mininnicomponente Consiglio Giudiziario Lecce

CONCLUSIONI

Alessio Coccioli, segreteria nazionale Unicost

LOCANDINA DELL'EVENTO

Continua...

22 marzo 2019

Etica pubblica e Costituzione

Etica pubblica: costituisce ancora una virtù (pubblica), densa di contenuti, che impegna un discorso pubblico all'insegna del confronto dialogante fra ragioni diverse, o si è svilita, si è evaporata fino a trasformarsi in una formula vacuamente retorica, dietro la quale si intravede la desertificazione di ogni traccia di responsabilità (pubblica o privata) e la mortificazione dello spazio pubblico?

Spazio pubblico ammorbato, intanto, dall'uso ingannevole e distorto delle parole che scatena lo sconvolgimento della vita civile, avvelenato, poi, dall'arroganza, dalla demagogia, dal disprezzo di ogni regola e sempre più sovvertito dalla sopraffazione al posto del rispetto, dall'elogio della forza in luogo del diritto, dall'irresponsabilità in luogo dell'assennatezza, dalla menzogna e dalla mistificazione di ogni genere.

E la mortificazione dello spazio pubblico rovinosamente corrode e soffoca la stessa democrazia. Lo spazio pubblico cessa di essere pubblico, di essere cioè aperto, diventa spazio chiuso, spazio del singolo, spazio angusto, ove regna la paura, il rancore, l'egoismo, il risentimento e ove l'isolamento acquista le sembianze di disperante illusione protettiva, tutelare di una falsa identità, quella mia, in contrapposizione all'oscuramento, al disconoscimento, quando non all'annientamento, dell'identità dell'altro, il diverso da me, guardato costantemente con sospetto, e, ahimè, sempre più spesso, addirittura con ostilità e disprezzo! I conflitti sociali si acuiscono, si scavano fossati, si innalzano nuovamente i muri a suo tempo trionfalmente abbattuti, l'umanità si fa dolente, ripiegante, astiosa.

 

Continua...

22 marzo 2019

Report lavori CSM al 22/03/2019

Cari amici, nel Plenum di questa settimana sono state come sempre numerose le pratiche di gestione di Prima Commissione (soprattutto autorizzazioni ad incarichi extrag iudiziari e archiviazioni di segnalazioni di potenziale incompatibilità) e di Ottava Commissione (conferme e trasferimenti di magistrati onorari).
Interessante è stata la delibera con la quale, in risposta ad un quesito della Scuola Superiore della Magistratura, è stato chiarito che i magistrati della DNA possono essere nominati formatori decentrati presso la Corte d'Appello di Roma e non già presso la Corte di Cassazione.
Abbiamo poi proseguito nella copertura dei posti deliberati col bollettone ordinario di dicembre, e contiamo di definire completamente la procedura nel prossimo plenum del 3 aprile, o al massimo la settimana successiva. Sempre con riferimento alla mobilità ed ai tramutamenti, vanno segnalate diverse pubblicazioni: un bando per la copertura di undici posti direttivi; un bando per la copertura di quattordici posti semidirettivi; un bando per la copertura di sette posti di Sostituto Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione; un bando per la copertura di tre posti di Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo.
Così come da posizione ormai consolidata di questo Consiglio ed in aderenza alla vigente circolare 25/10/2017, anche questa settimana è stata conferita la positiva valutazione di professionalità ad una collega che aveva subito una condanna disciplinare nel periodo in valutazione, stante l'autonomia tra procedimento disciplinare e procedimento di valutazione di professionalità; e stante il fatto che un singolo infortunio professionale non può travolgere la valutazione di un intero quadriennio.

Continua...

22 marzo 2019

Welcome on board!

Torino 4 aprile 2019

La segreteria distrettuale Piemonte di Unicost ha organizzato a Torino una iniziativa per i Mot che hanno giurato da poco. 

L'incontro di terrà il 4 aprile 2019, alle ore 16,00. 

Vorremmo  estendere l'invito anche  ai Mot degli altri distretti, almeno di quelli più vicini.

VEDI LA LOCANDINA CON IL PROGRAMMA DELL'EVENTO

Continua...

18 marzo 2019

Mafie e Diritti: prevenzione, repressione ed esecuzione della pena

Convegno Mafie e diritti

La segreteria distrettuale di Milano di Unicost organizza l'evento, che si terrà presso l'Aula Magna "Galli - Alessandrini" del Palazzo di Giustizia di Milano il 12 aprile, dal titolo "Mafie e Diritti: prevenzione, repressione ed esecuzione della pena".

Continua...

18 marzo 2019

Report lavori CSM al 22/02/2019

Cari amici, in apertura dei lavori del plenum del 20 febbraio Paolo Criscuoli, Cochita Grillo e Sebastiano Ardita hanno ricordato il giovane collega Giovanni Romano, deceduto lunedì in un incidente stradale mentre si recava ad un incontro a Caltanisetta con il Vice Presidente del CSM ed alcuni consiglieri. Il ricordo, affettuosissimo e svolto da colleghi che personalmente conoscevano Giovanni, padre di un bambino di un anno, ha davvero commosso tutti, in primo luogo Paolo che ne era stato affidatario e che non ha potuto e voluto nascondere il suo dolore.

In un quadro di enorme ed infinita tristezza per una tale tragedia, realmente annichilisce vedere che, in ragione di un insano quanto inspiegabile odio verso la Magistratura, alcuni disgraziati, con rozzi messaggi in rete, hanno esultato per quanto accaduto. Non ci sono parole per commentare un tale comportamento. Per fortuna tali commenti sono rimasti isolati e immediatamente stigmatizzati e sepolti dalla manifestazione di sdegno di tantissime persone perbene.

Durante i lavori, di particolare interesse sono state due pratiche di Quinta Commissione, e cioè la nomina del Procuratore della Repubblica di Modena e del Procuratore Nazionale Antimafia Aggiunto.

Si tratta infatti delle prime due pratiche affrontate da questo Consiglio in cui si è

Continua...

16 marzo 2019

Report lavori CSM al 15/03/2019

Cari amici,  in apertura del plenum settimanale, Cochita Grillo ha svolto un breve ma più che incisivo intervento sulla condizione femminile e sulla giornata internazionale della donna: trascriviamo l'intervento stesso in calce. 

Durante i lavori,  per una strana coincidenza, all'ordine del giorno  erano  concentrate  molte delibere relative al collocamento a riposo per raggiunti limiti di età, tra le quali alcune relative a magistrati particolarmente  noti ed apprezzati: dobbiamo dire che  fa una certa impressione partecipare all'iter  deliberativo relativo al pensionamento di colleghi che, per tutta la vita, hanno dedicato il loro impegno alla Magistratura ed allo Stato con fedeltà incrollabile,  che molti di noi hanno conosciuto ed apprezzato durante la propria attività professionale, talvolta considerandoli Maestri.

Una pratica lungamente discussa è stata quella del rinnovo dello sgravio totale dal lavoro di un collega impegnato in un progetto internazionale: sulla base dell'attuale normativa, tutti hanno ritenuto che la conferma dell'esonero totale    fosse doverosa; ma molti di noi hanno evidenziato    che in tali casi sarebbe più opportuno disporre il collocamento fuori ruolo sia al fine di conteggiare il periodo di mancato esercizio delle funzioni giurisdizionali nell'ambito del tetto massimo previsto    dalla normativa, sia al fine di consentire all'ufficio di provenienza di coprire il posto e di non sopportare quindi il disagio di avere in organico un magistrato che non esercita alcuna attività giurisdizionale.    Anche    questo era    un tema espressamente compreso nel nostro programma elettorale.

Continua...

16 marzo 2019

I patti in vista del divorzio

Approfondimento small

Dopo la sentenza n. 18287/2018 delle Sezioni Unite, è lecito tornare ad interrogarsi sulla questione della validità dei patti conclusi dai coniugi, con cui si dispone del diritto di uno di essi a ricevere l'assegno divorzile, in vista di una eventuale cessazione del rapporto matrimoniale.

Il discorso riguarda non soltanto le convenzioni "prematrimoniali" (con cui i coniugi, prima ancora di contrarre matrimonio, raggiungono un'intesa sugli effetti di un'eventuale crisi del rapporto), ma anche i patti stipulati al momento della separazione (con cui i coniugi regolano il divorzio nel caso di mancata ricomposizione della crisi coniugale), quelli stipulati al momento del divorzio (con cui i coniugi pattuiscono la immodificabilità dell'assegno stabilito in sentenza) e gli accordi "divorzili" raggiunti dai coniugi dopo il matrimonio, quando la loro relazione è ancora stabile.

Continua...

11 marzo 2019

La ristrutturazione dei debiti del consumatore sovraindebitato

Approfondimento small

L'articolo prende spunto dalla relazione tenuta al corso di studio "Crisi da sovra-indebitamento: disciplina attuale e prospettive di riforma" presso la Luiss, in Roma, il 27/11/18, nell'ambito dell'offerta formativa permanente organizzata dalla Scuola Superiore della Magistratura.

 

SOMMARIO: 1. La nozione di consumatore. - 2. Il piano del consumatore come procedura concorsuale. - 3. Condizioni di fattibilità e verifica giudiziale.

1. La nozione di consumatore 

Parlare della ristrutturazione dei debiti del consumatore sovraindebitato non è semplice. In primis perché si tratta di un fenomeno giudiziario che negli ultimi anni sta vivendo una crescente espansione, ponendo delicati interrogativi e problematiche interrelazioni con altri istituti giuridici (garanzie personali, esecuzioni forzate, procedure concorsuali,

Continua...

10 marzo 2019

Integralità del risarcimento del danno da licenziamento e Job’s act

Approfondimento small

Ovvero alla ricerca della certezza del diritto: questo sarebbe stato il titolo più appropriato col quale introdurre una brevissima riflessione sui diversi interventi legislativi e giurisprudenziali che , a partire dalla riforma dell'art. 18 dello Statuto dei lavoratori , con la legge Fornero  n. 92/2012 ,  attraverso interventi legislativi correttivi , con i  D.Lgs. n. 23/2015 e D.L. n. 87/2018 , hanno infine  portato alla situazione attuale . Attualità nella quale, infine ,  ha fatto la sua apparizione la Corte Costituzionale che, con un intervento annunciato, con la sentenza n.194/2018 ha ricondotto il diritto al suo alveo , quello del principio di integralità del risarcimento del danno .

Anche i meno smaliziati di noi sanno che la riforma dell'art. 18 St.Lav. è stata determinata dalla volontà dell' impresa di eliminare le incertezze , sulla durata del processo e sulla misura dell'eventuale sanzione risarcitoria, che il vecchio art. 18 produceva , con l'assegnare al giudice poteri ritenuti eccessivi in materia.

Continua...

10 marzo 2019