News

Report lavori CSM al 17/05/2019

Cari amici, nel Plenum settimanale, con riferimento alle pratiche di Prima, abbiamo autorizzato alcuni incarichi extragiudiziari e disposto alcune archiviazioni su segnalazioni di potenziali incompatibilità ex artt. 18 o 19 O.G.


Con riferimento alle pratiche di Terza, abbiamo nominato la Commissione esaminatrice per il concorso di accesso alla magistratura indetto con DM 10/10/2018 e relativo a 330 posti, indicando i venti titolari e i venti supplenti. Come sapete, la procedura prevede la scelta di sessanta nomi tra chi ha offerto la disponibilità, avendo cura di garantire rappresentatività sia con riferimento alle materie di civile e penale, sia con riferimento alle provenienze territoriali di nord, centro e sud, sia con riferimento alla rappresentanza di genere maschile e femminile.
Tra i sessanta vanno poi sorteggiati i venti titolari e venti supplenti, e ciò è stato fatto lunedì durante una seduta pubblica di commissione.


Con riferimento alle pratiche di Quarta, come purtroppo spesso accade, abbiamo preso atto di dimissioni di colleghi che pure non avevano raggiunto l'età massima per i collocamenti a riposo. Come già dicevamo la scorsa settimana, questo davvero di deve fare riflettere sul fatto che le condizioni di lavoro sono ormai divenute insopportabili.

Con riferimento alle pratiche di Quinta, abbiamo all'unanimità nominato Maura Stassano Presidente di Sezione della Corte d'Appello di Salerno, Giovanni Petillo Presidente di Sezione del Tribunale di Bergamo e Enza De Pasquale Presidente di Sezione del Tribunale di Catania.

Continua...

20 maggio 2019

Unicost sulle ferie dei magistrati

La sentenza del Consiglio di Stato che prevede che il CSM proceda ad adeguare la normativa secondaria e la circolare organizzativa sulle ferie, indicando come congrua  la durata del periodo "compensativo"  di 15 giorni ( periodo c.d  cuscinetto) è un risultato davvero importante per tutti i magistrati italiani. Il gruppo consiliare di Unicost ha infatti chiesto l'immediata apertura di una pratica per la modifica della relativa circolare.

Tutti i magistrati , quindi, beneficeranno degli effetti di detta modifica, ma consentiteci di ringraziare i colleghi di Roma Alessandra, Enzo, Patrizia, Anna Maria Elena e Pierluigi; è proprio grazie al loro ricorso, al loro coraggio , alla loro determinazione propria di chi sa di dover vedersi riconosciuto un sacrosanto diritto, anche dopo il rigetto reso all'esito del giudizio di primo grado, che si è affermato l'importante principio dianzi enunciato. È certamente fondamentale la tutela della nostra Istituzione, ma per renderla effettiva è necessario non arretrare nella difesa dello status dei singoli Magistrati.

Continua...

08 maggio 2019

Saluti a Giuseppe Pignatone

pignatone

La Segreteria nazionale Unicost intende rivolgere il più affettuoso saluto al dottor Giuseppe Pignatone, al termine di una brillante carriera. Un servitore dello Stato che con il suo impegno quotidiano ha onorato la giurisdizione, riuscendo a coniugare equilibrio personale, dedizione e capacità professionali non comuni, qualità che lo hanno reso sino ad oggi, e lo renderanno in futuro, fonte di ispirazione per la magistratura tutta.

Continua...

06 maggio 2019

Report lavori CSM al 03/05/2019

Cari amici, innanzitutto un caro abbraccio a tutti, nella speranza che le ferie pasquali siano state riposanti e felici.

Nel Plenum settimanale diverse sono state le procedure relative all'attività di Quinta Commissione, e tra queste va segnalata la nomina all'unanimità sia di due presidenti di sezione di Cassazione, i colleghi Umberto Berrino e Rosa Maria Di Virgilio, sia del Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Trieste, Giovanni Maria Pavarin.

Una delle pratiche su cui più si è discusso è stata quella relativa alla richiesta di autorizzazione ad un incarico extragiudiziario formulato da una collega per la partecipazione ad un comitato di esperti presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, al fine di rendere pareri giuridici.

Luigi, Gianluigi e Cochita hanno votato a favore dell'autorizzazione, in conformità al parere del Dirigente dell'Ufficio (direttore del massimario) e del Consiglio Direttivo della Corte di Cassazione, atteso che la possibilità di tale incarico, ovviamente nei limiti di ottanta ore annue così come previsto dalla circolare, è espressamente prevista dalla norma primaria di cui all'articolo 29 legge n. 400/1988.

Dopo ampia discussione l'autorizzazione è stata concessa con 13 voti a favore, 5 contrari e 6 astenuti, tra i quali Marco e Michele.

Importante infine è anche l'approvazione del bando per la pubblicazione dei posti vacanti giudicanti e requirenti di secondo grado (abbiano pubblicato sostanzialmente tutte le vacanze), con termine iniziale per le domande al 6 maggio e termine finale al 14 maggio.

La delibera è stata assunta all'unanimità ma non sono mancati gli interventi più che altro fondati su considerazioni de iure condendo, suggerite dal parere del Consiglio Giudiziario.

Continua...

03 maggio 2019

Report lavori CSM al 19/04/2019

Cari amici, il Plenum  di questa settimana è stato ricco di delibere delicate ed importanti.

In apertura  ha visto la gradita partecipazione del Ministro della Giustizia in relazione alla pratica avente ad oggetto il "parere sul progetto di determinazione delle piante organiche delle Corte di Cassazione e della relativa Procura Generale", primo passo nella concreta attuazione dell'aumento della dotazione organica della magistratura.

Per il gruppo è intervenuto Luigi, ricordando come già da tempo ci eravamo espressi positivamente sulla scelta politica operata dall'Amministrazione, auspicando, in sintonia con l'intervento del Ministro, che le nuove risorse vengano destinate  non tanto a incrementare ritmi di lavoro insostenibili  che compromettono la stessa funzione nomofilattica della Suprema Corte, perché incompatibili con la doverosa e indispensabile qualità dei provvedimenti che si richiedono alla Corte di Legittimità, quanto a salvaguardare tale qualità che  richiede necessariamente un tempo adeguato per lo studio e per la redazione della motivazione del provvedimento

Dopo una serie numerosa di pratiche ordinarie, in particolare di prima e di quarta commissione, è stata deliberata la presa d'atto del progetto organizzativo della Procura della Repubblica di Reggio Calabria.

Continua...

19 aprile 2019

I reati ecoambientali nell'attuale quadro normativo e giurisprudenziale

Approfondimento small

1.      Premessa

Fino a tempi recenti, il sistema penalistico di protezione dell'Ambiente si è imperniato su alcune norme contenute nel codice penale e nel D. Lgs. n. 152 del 03 Aprile 2006, anche noto come Testo Unico sull'Ambiente (di seguito, T.U.A.).

Il T.U.A., in particolare, riportava una serie di disposizioni incriminatrici, quasi del tutto di natura contravvenzionale, costruite secondo lo schema di reati di pericolo astratto e integrate dalla realizzazione di una data condotta, consistente nella mera disobbedienza di altri precetti del medesimo corpo normativo, a cui facevano rinvio[1].

Peraltro, il regime giuridico proprio delle contravvenzioni, da cui discendeva la scarsa afflittività delle sanzioni previste, la prescrizione breve, l'inconfigurabilità della fattispecie tentata ex art. 56 c.p., oltre che la previsione dell'oblazione quale causa di estinzione del reato, rendeva la richiamata normativa del tutto insufficiente a tutelare efficacemente l'interesse ambientale.

Continua...

16 aprile 2019

La correlazione tra accusa e sentenza: il potere qualificatorio del giudice penale

Approfondimento small

SOMMARIO:

1. Premessa; 2.Il potere-dovere del giudice di dare al fatto-reato contestato una diversa definizione giuridica; 3. L'ambito di operatività di tale potere; 4.Il rapporto tra il potere "qualificatorio" del giudice penale ed il principio del contraddittorio di cui agli artt. 111 Cost. 2 e 6 co. 3 lett. a e b C.E.D.U.; 5.Gli ulteriori limiti al potere di riqualificazione giuridica di cui agli artt. 521 co. 1 ultimo periodo e 521 bis c.p.p.

 1. PREMESSA

Gli artt. 516 - 520 c.p.p. disciplinano poteri, doveri e facoltà delle parti da esercitarsi nel corso del dibattimento a fronte del possibile concretarsi di fatti nuovi o semplicemente diversi da quelli compendiati nelle imputazioni oggetto della richiesta di rinvio a giudizio o del decreto di citazione diretta a giudizio.

Gli artt. 521 c.p.p. (rubricato "correlazione tra l'imputazione contestata e la sentenza")

Continua...

16 aprile 2019

Report lavori CSM al 12/04/2019

Cari amici, in apertura dei lavori del Plenum settimanale, Alessandra Dal Moro e Piercamillo Davigo hanno ricordato Walter Mapelli, Procuratore della Repubblica di Bergamo, persona straordinariamente per bene oltre che magistrato raffinato e capacissimo, che ci ha prematuramente lasciati dopo una dolorosa malattia.

Davvero nobile e commovente è il messaggio scritto ai colleghi d'ufficio pochi giorni orsono e nella consapevolezza dell'esito finale della sua malattia: "nel nostro tempo insieme ho cercato di ascoltare e comprendere, di perseguire l'interesse comune e di essere un punto di riferimento autorevole. La vostra crescita è stata la più bella e ammirevole riposta che potessi avere, qualunque cosa succeda continuate così".

Tutti sapevamo della sua sofferenza e della sua malattia, ma nessuno può essere preparato davanti a situazioni come queste.

Requiescat in pace.

Tra le pratiche trattate, molto numerose sono state quelle provenienti dall' Ottava Commissione, relativamente a trasferimenti di magistrati onorari (come noto, i trasferimenti sono possibili sono per motivi di salute, di famiglia o di incompatibilità), a procedimenti disciplinari (che come noto possono essere definiti solo con l'archiviazione o la revoca), nonché a procedimenti di conferma o non conferma.

Importante è stata l'approvazione delle particolarmente complesse tabelle della Corte di Cassazione, che negli ultimi anni ha vissuto profonde trasformazioni sia sotto il profilo della sua composizione, posto che nel quinquennio vi è stato il cambiamento di oltre due terzi dei consiglieri; sia sotto il profilo organizzativo, stante le molteplici riforme legislative.

Continua...

15 aprile 2019

Ringraziamento a Giunta uscente e auguri di buon lavoro a Giunta entrante

Terminata l'esperienza dell'uscente Giunta esecutiva centrale, vogliamo ringraziare tutti i suoi componenti (Minisci, Maritati, Dominjanni, Tedesco, Esposito, Marro, Saraco, Savoia, Scavuzzo, Sinatra) per il grande lavoro svolto.

La Giunta Minisci è riuscita a difendere i valori  costituzionali, in cui tutti noi crediamo, assumendo posizioni chiare e, al contempo, svolgendo costantemente ed efficacemente un'opera di mediazione tra le posizioni più estreme e giungendo sempre a risultati equilibrati.


Unità per la Costituzione è fiera della linea espressa dalla magistratura associata nell'ultimo anno. 

Continua...

10 aprile 2019

Report lavori CSM al 5/04/2019

Cari amici, in apertura di lavori del plenum settimanale, Michele Ciambellini, a nome di tutti i componenti del gruppo di Unicost, ha letto la richiesta, già depositata al Comitato di Presidenza, di apertura di pratica a tutela dei magistrati del Tribunale del Riesame di Napoli, in relazione alle dichiarazioni dell'onorevole Di Maio su un recentissimo provvedimento giurisdizionale. 
Come sempre, sono poi state numerose le pratiche cosiddette di gestione, in particolare con riferimento all'autorizzazione ad incarichi extragiudiziari, all'archiviazione di dichiarazioni di potenziale incompatibilità, ai trasferimenti per motivi di salute o per incompatibilità di magistrati onorari. 
E' poi stata effettuata la nomina di Presidente di Sezione della Corte d'Appello di Firenze sezione lavoro, posto in relazione al quale Maria D'Amico ha prevalso su Simonetta Liscio con 18 voti contro 4 e un astenuto.
Sono poi state votate all'unanimità le nomine di Caudia Matteini a Presidente Sezione Corte d'Appello Perugia, di Antonio Francesco Genovese a Presidente di Sezione del Tribunale di Reggio Calabria, di Maria Stella Leone a Presidente di Sezione del Tribunale di Cremona, di Giuseppe Tigano a Presidente di Sezione del Tribunale di Caltagirone.
Va poi segnalata la delibera relativa all'acquisizione della disponibilità di magistrati ad essere nominati componenti della commissione esaminatrice del concorso per esami a 330 posti di magistrato ordinario indetto con D.M. 10 ottobre 2018, con interpello riservato ai colleghi che abbiamo conseguito almeno la terza valutazione di professionalità e con termine per la presentazione delle domande al 16/4/2019. 
Rilevante è poi l'approvazione di una pratica a tutela relativa a un Giudice dell'Esecuzione del Tribunale di Monza, destinatario di una vera e propria aggressione mediatica basata su circostanze di fatto oggettivamente inveritiere.

Continua...

05 aprile 2019