News

Brevi riflessioni in tema di usura sopravvenuta: La fine di un mito?

Approfondimento small

Il tema dell'usura nei contratti bancari e finanziari ha, da sempre, un ruolo centrale nel dibattito giurisprudenziale e dottrinale, dibattito che ancora oggi è molto vivo, nonostante siano passati oltre vent'anni dall'entrata in vigore della legge n. 108 del 1996.

La complessità dell'istituto "usura" è tale da aver indotto gli interpreti a scontrarsi sulla natura e sulla funzione (prevalentemente pubblicistica o privatistica) dell'usura, sull'ambito applicativo dell'istituto, sulle modalità di accertamento, sulle sue conseguenze. Tralasciando l'analisi di tutti questi aspetti, che intenderei analizzare in un successivo intervento, vorrei in questa sede fare alcune brevi riflessioni sull'incidenza che ha l'usura nello svolgimento del rapporto negoziale e, dunque, sullo spinoso argomento dell'usura sopravvenuta.

Continua...

25 settembre 2018

Fine consiliatura

Formulo un sincero ringraziamento a Maria Rosaria Sangiorgio, Francesco Cananzi, Luca Palamara, Massimo Forciniti e Saro Spina per il servizio svolto a favore dell'Istituzione e nella fedeltà ai valori del nostro gruppo. Hanno avuto un compito davvero arduo, perché è stata una consiliatura particolare nella quale si sono gettate alcune basi importanti per costruire un volto nuovo e moderno della Magistratura.

Dopo l'esperienza unica dell'autogoverno ai consiglieri eletti con il nostro sostegno compete un ruolo altrettanto fondamentale nel prosieguo del cammino associativo e dell'impegno, nell'interesse della collettività, a tutela dell'autonomia e dell'indipendenza della Magistratura: da oggi si apre per loro l'occasione per riportare l'esperienza maturata e le eccezionali conoscenze ordinamentali e di sistema acquisite durante l'esperienza consiliare nel dialogo e nel confronto con tutti i colleghi che  avranno ancora modo di incontrare nei rispettivi percorsi professionali ed associativi.  I nostri consiglieri sapranno trovare il modo per contribuire, con l'intelligenza e la capacita che hanno contraddistinto la loro esperienza consiliare, all'affermazione dei valori nei quali ci riconosciamo.

Continua...

25 settembre 2018

L’ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL GIUDICE CIVILE: semplici suggerimenti pratici per una migliore interazione con il PCT.

Approfondimento small

Il presente contributo ha lo scopo principale di condividere piccoli suggerimenti pratici di ausilio al Giudice Civile nello svolgimento di alcune delle attività connesse al proprio lavoro. A tal fine, l'impostazione del documento è volutamente poco giuridica e quasi esclusivamente operativa.

L'idea nasce dall'esperienza personale (certamente comune a tutti coloro che, come me, hanno iniziato ad esercitare le funzioni in epoca successiva all'introduzione del PCT) di chi per necessità è tenuto a gestire flussi e carichi di lavoro sovradimensionati ma, al tempo stesso, non vuole rinunciare ad

Continua...

17 settembre 2018

“Chi va piano, va sano… Ma va lontano?” Attualità e prospettive dell’accesso e della formazione dei magistrati

Approfondimento small

Il tema relativo all'accesso alla magistratura e alla formazione dei M.O.T., acronimo che ha sostituito quello di uditore, è particolarmente stimolante e ricco di spunti riflessivi sia perché in questi ultimi anni molto è cambiato per ciò che concerne la fase propedeutica all'accesso al concorso, sia perché può essere proficuo inforcare gli "occhiali" di un giovane magistrato per comprendere in che termini influisce e quanto sia importante la formazione nell'acquisire la giusta consapevolezza del ruolo che si andrà a rivestire al termine del tirocinio.

In questa breve nota verranno tratteggiati due momenti cruciali della figura del neo-magistrato, principiando dal momento

Continua...

17 settembre 2018

Presentazione del Volume Razza e Ingiustizia a cura del CSM, del CNF e della Unione delle Comunità Ebraiche - Plenum del 13 settembre 2018

Sig. Vice Presidente

signori Consiglieri tutti,


l' anno 2018 ci vede ricordare tre anniversari che hanno tratti di forte correlazione: 80 anni dalla promulgazione delle leggi razziali in Italia, 70 anni dalla entrata in vigore della Costituzione italiana, 60 anni dalla legge istitutiva del Csm.


Sono tre eventi paradigmatici e progressivi, che dimostrano e riproducono come quel conflitto che ha percorso e percorre la storia dell'umanità, la distanza fra legge e giustizia, fra diritto, diritti naturali e coscienza morale, fra Creonte e Antigone, abbia trovato e possa trovare una soluzione in un costituzionalismo personalista, garantito da una magistratura realmente indipendente.

 

Continua...

15 settembre 2018

I confini attuali dell’art. 416 bis cod. pen. Orientamenti giurisprudenziali di legittimità e di merito

Approfondimento small

1.     Premessa: La "fine" della mafia come questione meridionale e la distinzione tra mafie storiche e nuove mafie

Nel 1961 Leonardo Sciascia scriveva che "forse tutta l'Italia va diventando Sicilia... A me è venuta una fantasia, leggendo sul giornale gli scandali di quel governo regionale: gli scienziati dicono che la linea della palma, cioè il clima che è propizio alla vegetazione della palma, viene su, verso il nord, di cinquecento metri, mi pare, ogni anno... La linea della palma... Io invece dico: la linea del caffè ristretto, del caffè concentrato... E sale come l'ago di mercurio di un termometro, questa linea della palma, del caffè forte

Continua...

13 settembre 2018

Intercettazioni casuali e intercettazioni indirette di parlamentare

Approfondimento small

La disciplina normativa in materia di intercettazione di parlamentare, da sempre oggetto di discussione e questioni interpretative, ha conservato nel tempo alcune significative particolarità applicative.

Come è noto l'art 68 della Carta  Costituzionale ha trovato attuazione con la legge 140 del 2003 che, all'art 4, statuisce che qualora sia necessario eseguire nei confronti di un parlamentare perquisizioni personali o domiciliari, ispezioni personali, intercettazioni, in qualsiasi forma, di di conversazioni o comunicazioni, sequestri di corrispondenza

Continua...

13 settembre 2018

Ragionevole durata e buone prassi in materia di procedure fallimentari

Approfondimento small

Il Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa nel 2009 ha adottato una risoluzione interinale riguardante l'eccessiva durata delle procedure giudiziarie in Italia, osservando che la riforma del 2006, in materia di procedure fallimentari, ne ha agevolato l'accelerazione e ridotto il numero. Ha altresì esortato le autorità italiane a garantire l'accelerazione dei procedimenti fallimentari, mediante l'adozione di apposite misure volte alla celere definizione anche di quelli ai quali non si applica la riforma.

Con nota del 27 ottobre 2011, così, il Ministero della Giustizia, Dipartimento per gli Affari di Giustizia, ha chiesto a tutti i Presidenti di sezione fallimentare dei Tribunali italiani di comunicare con urgenza "gli accorgimenti e le eventuali migliori buone prassi adottate al fine di assicurare la celerità delle procedure fallimentari pendenti".

Ed invero la disciplina dettata dalla Legge Pinto in materia di equa riparazione per l'irragionevole durata del processo trova applicazione anche alle procedure fallimentari, atteso che la nozione di procedimento di cui all'art. 6 par. 1 della Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo, secondo l'interpretazione fornitane anche dalla Corte di Strasburgo, si riferisce anche

Continua...

10 settembre 2018