News

I patti in vista del divorzio

Approfondimento small

Dopo la sentenza n. 18287/2018 delle Sezioni Unite, è lecito tornare ad interrogarsi sulla questione della validità dei patti conclusi dai coniugi, con cui si dispone del diritto di uno di essi a ricevere l'assegno divorzile, in vista di una eventuale cessazione del rapporto matrimoniale.

Il discorso riguarda non soltanto le convenzioni "prematrimoniali" (con cui i coniugi, prima ancora di contrarre matrimonio, raggiungono un'intesa sugli effetti di un'eventuale crisi del rapporto), ma anche i patti stipulati al momento della separazione (con cui i coniugi regolano il divorzio nel caso di mancata ricomposizione della crisi coniugale), quelli stipulati al momento del divorzio (con cui i coniugi pattuiscono la immodificabilità dell'assegno stabilito in sentenza) e gli accordi "divorzili" raggiunti dai coniugi dopo il matrimonio, quando la loro relazione è ancora stabile.

Continua...

11 marzo 2019

La ristrutturazione dei debiti del consumatore sovraindebitato

Approfondimento small

L'articolo prende spunto dalla relazione tenuta al corso di studio "Crisi da sovra-indebitamento: disciplina attuale e prospettive di riforma" presso la Luiss, in Roma, il 27/11/18, nell'ambito dell'offerta formativa permanente organizzata dalla Scuola Superiore della Magistratura.

 

SOMMARIO: 1. La nozione di consumatore. - 2. Il piano del consumatore come procedura concorsuale. - 3. Condizioni di fattibilità e verifica giudiziale.

1. La nozione di consumatore 

Parlare della ristrutturazione dei debiti del consumatore sovraindebitato non è semplice. In primis perché si tratta di un fenomeno giudiziario che negli ultimi anni sta vivendo una crescente espansione, ponendo delicati interrogativi e problematiche interrelazioni con altri istituti giuridici (garanzie personali, esecuzioni forzate, procedure concorsuali,

Continua...

10 marzo 2019

Integralità del risarcimento del danno da licenziamento e Job’s act

Approfondimento small

Ovvero alla ricerca della certezza del diritto: questo sarebbe stato il titolo più appropriato col quale introdurre una brevissima riflessione sui diversi interventi legislativi e giurisprudenziali che , a partire dalla riforma dell'art. 18 dello Statuto dei lavoratori , con la legge Fornero  n. 92/2012 ,  attraverso interventi legislativi correttivi , con i  D.Lgs. n. 23/2015 e D.L. n. 87/2018 , hanno infine  portato alla situazione attuale . Attualità nella quale, infine ,  ha fatto la sua apparizione la Corte Costituzionale che, con un intervento annunciato, con la sentenza n.194/2018 ha ricondotto il diritto al suo alveo , quello del principio di integralità del risarcimento del danno .

Anche i meno smaliziati di noi sanno che la

Continua...

10 marzo 2019

Le misure di prevenzione patrimoniali. I difficili rapporti tra le misure penali di carattere reale e la tutela dei creditori

Desenzano del Garda maggio 2019 small

La Segreteria distrettuale UPC di Brescia organizza per i prossimi 10 e 11 maggio 2019 al Palace Hotel di  Desenzano del Garda (BS) un convegno sul tema "LE MISURE DI PREVENZIONE PATRIMONIALI. I DIFFICILI RAPPORTI TRA LE MISURE PENALI DI CARATTERE REALE E LA TUTELA DEI CREDITORI".

Il convegno si propone come occasione di confronto e approfondimento tra magistrati e professionisti con riguardo ad un argomento interdisciplinare di sempre maggiore attualità,

Continua...

10 marzo 2019

Unità associativa, valore irrinunciabile per tutta la Magistratura

La storia dell'associazione nazionale magistrati si è costantemente caratterizzata per il  rispetto delle prerogative costituzionali del potere legislativo e di quello esecutivo.

La presidenza Minisci è sempre stata fedele interprete di questa linea.

Enucleare le dichiarazioni rese dal presidente Minisci nell'ambito di un'intervista radiofonica, come ha fatto il ministro Salvini oggi, decontestualizzandole dal più generale pensiero espresso per mesi nel corso dell'attuale presidenza - condotta sempre con massimo rispetto per l'autonomia delle opzioni legislative, sia nei tempi che nel merito, fatte salve le prerogative ordinamentali circa la eventuale incostituzionalità della legge -, significa volerle utilizzare come  mero pretesto per fini strumentali, e non essere interessati alla reale valenza del messaggio ad essa sotteso.

Crediamo in un'associazione nazionale magistrati che nel rispetto delle prerogative costituzionali contribuisca ogni giorno al dialogo leale con le altre istituzioni.

L'auspicio è che arrivi finalmente il tempo perché anche la politica sia interessata al medesimo obiettivo.

Continua...

27 febbraio 2019

I primi cento giorni della Segreteria collegiale fra iniziative ed obiettivi; il metodo ed il percorso verso il congresso straordinario

E' con sincera emozione e con profonda convinzione che mi accingo a rappresentare davanti al CDC del nostro gruppo l'attività svolta dalla Segreteria Collegiale, nominata per acclamazione lo scorso 24.11.2018.

Oggi di questo organismo sarò mero portavoce, rappresentandovi il pensiero della intera Segreteria Collegiale, il frutto della comune elaborazione concettuale.

Insieme con Alessio, Enrico, Michele e Piero, in questi giorni  abbiamo deciso che un intervento che avesse previsto uno spazio per ciascuno di noi non avrebbe potuto aggiungere nulla al senso delle questioni che volevamo affrontare davanti al CDC.

E prevalsa quindi l'idea di una voce unica, una voce unitaria, una voce che deve essere intesa spersonalizzata dall'interprete che vi parla.

E' la voce della Segreteria Collegiale, la sintesi di un confronto quotidiano e costruttivo, che ha animato in modo costante il nostro scambio di opinioni in questi tre mesi.

Codesto CDC è perfettamente consapevole delle ragioni che hanno condotto alla nostra designazione.

Continua...

25 febbraio 2019

Mobilità e trasferimenti. Valutazioni di professionalità e responsabilità disciplinare

Catania 22 marzo 2019 small

La segreteria distrettuale Unicost Catania ha organizzato un incontro destinato ai MOT del distretto di Catania.

L'incontro si terrà il 22 marzo 2019, alle ore 15,30, presso l'auletta ANM "Giuseppe Gennaro" - Palazzo di Giustizia di Catania.

Intervengono

Concetta Grillo
Consigliere del C.S.M.

Liborio Fazzi
Vice capo ispettore generale - Ministero della Giustizia

Esperienze a confronto con i giorvani colleghi  Carla Caponcello (Tribunale Caltagirone), Cinzia Cicero (Tribunale Caltagirone), Alessia Romeo (Tribunale Siracusa) e Michela Maresca (Procura Catania).

LOCANDINA DELL'INCONTRO

Continua...

25 febbraio 2019

Il processo mediatico e la comunicazione esterna degli uffici giudiziari

Approfondimento small

Sommario: 1. Il tempo e il processo: il "tempo" del processo è giusto? - 2. La comunicazione esterna degli uffici giudiziari: un approccio proattivo con correttivi reattivi - 3. La delibera del CSM dell'11 luglio 2018- 4. Linee guida per gli uffici requirenti- 5. Linee guida per gli uffici giudicanti

1.     Il tempo e il processo: il "tempo" del processo è giusto?

Negli ultimi tempi, sempre più di frequente l'opinione pubblica, soprattutto nei casi di maggiore rilievo mediatico (nell'anno in corso, a titolo meramente esemplificativo, si pensi alla decisione del Tribunale di Avellino nell'ambito del c.d. disastro del viadotto Acqualonga o alla decisione della Corte d'Assise di Appello di Roma per la morte di Marco Vannini), esprime avversione e 

Continua...

21 febbraio 2019

Report lavori CSM al 15/02/2019

Cari amici, innanzi tutto ci teniamo a rassicurarvi.

Il nostro impegno sul tema degli standard di rendimento, differentemente da quanto affermato nel resoconto dei colleghi di MI di lunedì scorso - affermazione che non sappiamo su quale concreta circostanza o accadimento sia fondata -, è pieno e coerente con quanto consacrato nel nostro programma elettorale,oltre che con l'impegno assunto ripetutamente in campagna elettorale da ciascuno di noi e ribadito in ogni occasione d'incontro successiva alla nostra elezione. Impegno che senza esitazioni abbiamo intenzione di mantenere, anche attraverso il contributo del gruppo istituito ad hoc in seno alla quarta commissione, i cui lavori seguiremo con attenzione e con il dichiarato scopo di giungere all'individuazione di un parametro, quello degli standard appunto, che costituisca un criterio, tendenzialmente stabile, di diligenza ORDINARIA della della prestazione professionale del magistrato e soprattutto non rischi di tradursi nella richiesta al singolo giudice di una prestazione inesigibile.

Martedì scorso ricorreva il trentanovesimo anniversario dell'uccisione di Vittorio Bachelet, già Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura.

Continua...

16 febbraio 2019

Il massimale contributivo

 

Palermo 18 febbraio 2019

 

Lunedì 18 febbraio, alle ore 17,30 presso il Nuovo Palazzo di Giustizia di Palermo, piano I° aula n. 10, si svolgerà un incontro su: "Il massimale contributivo - le novità sugli aspetti di maggior interesse per i magistrati, muniti o privi di periodi contributivi anteriori al 1.01.1996 della normativa previdenziale".

Continua...

16 febbraio 2019