News

Reati culturalmente orientati. La Cassazione stabilisce alcuni parametri per l’individuazione della “norma culturalmente orientata”

Approfondimento small

Brevi note a margine di Cass. Pen., Sez. III, 29 gennaio 2018 (dep. 2 luglio 2018), n. 29613.

1.     Il caso.

Il caso sottoposto all'attenzione della Suprema Corte di Cassazione nella sentenza in esame è quello di un padre che, unitamente alla madre consapevole, in più occasioni accarezzava, baciava e metteva in bocca l'organo sessuale del figlio di cinque anni.

I giudici di legittimità, dunque, sono stati chiamati a decidere se tale condotta integri gli estremi del reato di cui agli artt. 609 bis e 609 ter c.p. laddove, come in tal caso, i genitori imputati abbiano riferito che in alcune zone rurali dell'Albania, loro Paese d'origine, sia diffusa la pratica tradizionale di accarezzare le parti intime del figlio maschio in quanto espressione di un augurio di prosperità.

Continua...

25 settembre 2018

La pena come rieducazione e prevenzione. I passi della società civile verso i condannati.

Approfondimento small

La pena come rieducazione e prevenzione. I passi della società civile verso i condannati.

Per lungo tempo  la pena è stata considerata esclusivamente una retribuzione del male con il male (come nella legge del taglione: "... Se segue una disgrazia, allora pagherà vita con vita: occhio per occhio, dente per dente, mano per mano, piede per piede, bruciatura per bruciatura, ferita per ferita, livido per livido" Esodo 21, 23-25) , regola costituente peraltro già di per sé evoluzione di civiltà rispetto alla pena intesa come una vendetta sproporzionata, pure a lungo ammessa nelle società arcaiche ( "…Sette volte sarà vendicato Caino, ma Lamec settantasette" Genesi 4, 23-24).

Continua...

25 settembre 2018

Brevi riflessioni in tema di usura sopravvenuta: La fine di un mito?

Approfondimento small

Il tema dell'usura nei contratti bancari e finanziari ha, da sempre, un ruolo centrale nel dibattito giurisprudenziale e dottrinale, dibattito che ancora oggi è molto vivo, nonostante siano passati oltre vent'anni dall'entrata in vigore della legge n. 108 del 1996.

La complessità dell'istituto "usura" è tale da aver indotto gli interpreti a scontrarsi sulla natura e sulla funzione (prevalentemente pubblicistica o privatistica) dell'usura, sull'ambito applicativo dell'istituto, sulle modalità di accertamento, sulle sue conseguenze. Tralasciando l'analisi di tutti questi aspetti, che intenderei analizzare in un successivo intervento, vorrei in questa sede fare alcune brevi riflessioni sull'incidenza che ha l'usura nello svolgimento del rapporto negoziale e, dunque, sullo spinoso argomento dell'usura sopravvenuta.

Continua...

25 settembre 2018

Fine consiliatura

Formulo un sincero ringraziamento a Maria Rosaria Sangiorgio, Francesco Cananzi, Luca Palamara, Massimo Forciniti e Saro Spina per il servizio svolto a favore dell'Istituzione e nella fedeltà ai valori del nostro gruppo. Hanno avuto un compito davvero arduo, perché è stata una consiliatura particolare nella quale si sono gettate alcune basi importanti per costruire un volto nuovo e moderno della Magistratura.

Dopo l'esperienza unica dell'autogoverno ai consiglieri eletti con il nostro sostegno compete un ruolo altrettanto fondamentale nel prosieguo del cammino associativo e dell'impegno, nell'interesse della collettività, a tutela dell'autonomia e dell'indipendenza della Magistratura: da oggi si apre per loro l'occasione per riportare l'esperienza maturata

Continua...

25 settembre 2018

L’ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL GIUDICE CIVILE: semplici suggerimenti pratici per una migliore interazione con il PCT.

Approfondimento small

Il presente contributo ha lo scopo principale di condividere piccoli suggerimenti pratici di ausilio al Giudice Civile nello svolgimento di alcune delle attività connesse al proprio lavoro. A tal fine, l'impostazione del documento è volutamente poco giuridica e quasi esclusivamente operativa.

L'idea nasce dall'esperienza personale (certamente comune a tutti coloro che, come me, hanno iniziato ad esercitare le funzioni in epoca successiva all'introduzione del PCT) di chi per necessità è tenuto a gestire flussi e carichi di lavoro sovradimensionati ma, al tempo stesso, non vuole rinunciare ad

Continua...

17 settembre 2018

“Chi va piano, va sano… Ma va lontano?” Attualità e prospettive dell’accesso e della formazione dei magistrati

Approfondimento small

Il tema relativo all'accesso alla magistratura e alla formazione dei M.O.T., acronimo che ha sostituito quello di uditore, è particolarmente stimolante e ricco di spunti riflessivi sia perché in questi ultimi anni molto è cambiato per ciò che concerne la fase propedeutica all'accesso al concorso, sia perché può essere proficuo inforcare gli "occhiali" di un giovane magistrato per comprendere in che termini influisce e quanto sia importante la formazione nell'acquisire la giusta consapevolezza del ruolo che si andrà a rivestire al termine del tirocinio.

In questa breve nota verranno tratteggiati due momenti cruciali della figura del neo-magistrato, principiando dal momento

Continua...

17 settembre 2018

Presentazione del Volume Razza e Ingiustizia a cura del CSM, del CNF e della Unione delle Comunità Ebraiche - Plenum del 13 settembre 2018

Sig. Vice Presidente

signori Consiglieri tutti,


l' anno 2018 ci vede ricordare tre anniversari che hanno tratti di forte correlazione: 80 anni dalla promulgazione delle leggi razziali in Italia, 70 anni dalla entrata in vigore della Costituzione italiana, 60 anni dalla legge istitutiva del Csm.


Sono tre eventi paradigmatici e progressivi, che dimostrano e riproducono come quel conflitto che ha percorso e percorre la storia dell'umanità, la distanza fra legge e giustizia, fra diritto, diritti naturali e coscienza morale, fra Creonte e Antigone, abbia trovato e possa trovare una soluzione in un costituzionalismo personalista, garantito da una magistratura realmente indipendente.

 

Continua...

15 settembre 2018

I confini attuali dell’art. 416 bis cod. pen. Orientamenti giurisprudenziali di legittimità e di merito

Approfondimento small

1.     Premessa: La "fine" della mafia come questione meridionale e la distinzione tra mafie storiche e nuove mafie

Nel 1961 Leonardo Sciascia scriveva che "forse tutta l'Italia va diventando Sicilia... A me è venuta una fantasia, leggendo sul giornale gli scandali di quel governo regionale: gli scienziati dicono che la linea della palma, cioè il clima che è propizio alla vegetazione della palma, viene su, verso il nord, di cinquecento metri, mi pare, ogni anno... La linea della palma... Io invece dico: la linea del caffè ristretto, del caffè concentrato... E sale come l'ago di mercurio di un termometro, questa linea della palma, del caffè forte

Continua...

13 settembre 2018