News

Relazione introduttiva del Segretario Generale

1. Assetto organizzativo di Unità per la Costituzione ed avvio del percorso di individuazione dei candidati al C.S.M. ai quali, ai sensi dell'art. 8 dello Statuto, il gruppo assicurerà il proprio sostegno.

Ritengo che oggi si possa, in uno spirito di larga condivisione, procedere al già da tempo programmato riassetto delle cariche di vertice del nostro gruppo con l'elezione del Presidente di Unità per la Costituzione. Ove necessario si potrà procedere anche alla sostituzione e/o integrazione nella composizione della Segreteria nazionale e del Centro Studi. Come già ho avuto modo di rappresentare, e mi rammarico che non sia stato possibile convocare prima subito dopo la pausa estiva questa riunione, è necessario evitare che il gruppo, dopo l'affermazione elettorale alle elezioni del C.D.C., si fermi in sterili discussioni su nomine, cariche e spazi da occupare, interrompendo così il cammino culturale intrapreso ad Orvieto. In questa direzione il nuovo assetto di Unità per la Costituzione, che oggi dovremo varare deve essere funzionale a rendere il gruppo pronto ad affrontare le nuove sfide, approntando delle strutture di servizio - così devono essere considerati

Continua...

07 novembre 2016

Composizione al 7 novembre 2016

1.   Il Comitato di Coordinamento Nazionale è composto:

a) da un rappresentante per ogni sezione, preferibilmente il segretario sezionale; le sezioni che nelle ultime elezioni al Comitato Direttivo Centrale abbiano espresso più di cinquanta voti hanno diritto a due rappresentanti; le sezioni che abbiano espresso più di cento voti hanno diritto a tre rappresentanti; per ogni ulteriore frazione di cinquanta voti la sezione ha diritto a un altro rappresentante; detti rappresentanti sono nominati ogni quattro anni dalle sezioni e possono essere sostituiti da supplenti designati allo stesso modo, in numero pan a quello dei componenti effettivi;

b)  dagli aderenti alla corrente eletti al Comitato Direttivo Centrale;

c) dai componenti del Consiglio Superiore della Magistratura;

d) dal Presidente, dal Segretario Generale, dai componenti della Segreteria nazionale;

e) dal Presidente del Centro Studi della corrente.

Continua...

07 novembre 2016

Incontri di Unicost sul referendum costituzionale

palermo_11_11-2016-smallIl Comitato Scientifico Unicost di Palermo ha organizzato per il giorno 11 novembre 2016 il convegno : "IL REFERENDUM COSTITUZIONALE. LE RAGIONI DEL SI' E DEL NO - PROFILI GIURIDICI E OPINIONI A CONFRONTO", che si terrà alle ore 9,00 presso l'Aula Magna della Corte d'Appello di Palermo

Continua...

03 novembre 2016

Incontri di Unicost sul referendum costituzionale

INCONTRO - DIBATTITO 
LA MODIFICA DELLA COSTITUZIONE: PROFILI GIURIDICI ED OPINIONI A CONFRONTO 
VENERDI' 4 NOVEMBRE 
AULA MAGNA CORTE D'APPELLO LECCE
 
SALUTI 
Dr. Marcello Dell'Anna  Presidente Corte d'Appello di Lecce
Avv. Roberta Altavilla   Presidente Ordine Avvocati Lecce
Dott.ssa Rossana Giannaccari  Componente Comitato Direttivo ANM
 
INTERVENGONO:
Avv. Prof.Vincenzo Tondi Della Mura  Ordinario Diritto Costituzionale - Università Salento
Prof. Giuseppe Verde  Ordinario di Diritto Costituzionale - Università Palermo
Dott. Roberto Carrelli Palombi Presidente Tribunale Siena - Segr. Naz . Unicost
Avv. Pasquale Corleto  Presidente Centro Studi Giuridici Michele De Pietro
 
MODERA:
Dr. Rosario Tornesello  Giornalista

Continua...

03 novembre 2016

Incontri di Unicost sul referendum costituzionale

Napoli_3_11-2016_small

La sezione di Napoli di Unicost ha organizzato per il giorno 3 novembre 2016 l'incontro: "INFORMARSI E NON SCHIERARSI" sul prossimo referendum costituzionale del 4 dicembre 2016, alle ore 15,00 presso il nuovo Palazzo di Giustizia - "Aula Tartaglione".

INTRODUCONO:

Michele Ciambellini - Segreteria Distrettuale di Unità per la Costituzione

Roberto Carrelli Palombi - Segretario Generale di Unità per la Costituzione

Francesco Cananzi - Componente del Consiglio Superiore della Magistratura

Audio dell'incontro (Radio Radicale)

Continua...

28 ottobre 2016

Circolare del 26/10/2016 in materia di magistrati referenti distrettuali e magistrati di riferimento per l'innovazione e l'informatica

La circolare si propone di aggiornare e completare, sostituendola integralmente, la disciplina del 2011 relativa ai magistrati referenti distrettuali per l'informatica (RID) ed ai magistrati di riferimento per l'informatica (MAGRIF) che sono ormai una realtà consolidata di quel governo autonomo diffuso che caratterizza l'attuale e più avanzato sistema di intervento, propulsione e gestione dei processi di informatizzazione e di innovazione degli uffici giudiziari.

Sul punto vanno richiamate le considerazioni generali contenute nella relazione illustrativa della circolare n. P 25382 dell'11 novembre 2011 che non si riportano per brevità.

Va solo rilevato come i processi di innovazione negli ultimi cinque anni hanno subito la più incisiva accelerazione di sempre, con la piena attuazione del processo civile telematico ed il forte incremento dei processi di informatizzazione degli uffici giudiziari.
 

Continua...

28 ottobre 2016

Magistrati di prima nomina

Unità per la Costituzione condivide le preoccupazioni espresse dai magistrati di prima nomina ed auspica che le stesse possano essere adeguatamente recepite dall'ANM a guida unitaria, con una richiesta immediata, in occasione del prossimo incontro con il Presidente del Consiglio dei Ministri  ed il Ministro della Giustizia, di modifica della norma transitoria prevista dall'art. 3 comma 1 bis della legge di conversione del decreto legge n. 168 del 2016.

Se, da un lato, rientra nella discrezionalità del legislatore l'introduzione di un più lungo periodo di legittimazione onde assicurare maggiore stabilità agli Uffici - tanti sono quelli nel sud che riescono a funzionare solo grazie alla presenza dei MOT-, da un altro lato occorreva prevedere un adeguato regime transitorio consentendo a tutti i MOT, assegnati di ufficio alla prima sede, di chiedere il trasferimento sulla base della disciplina previgente. Di ciò pare essersi reso conto lo stesso legislatore per avere introdotto nella legge di conversione del d.l. n. 168 del 2016, con un emendamento approvato alla Camera e rimasto invariato al Senato, in conseguenza dell'apposizione da parte del Governo della questione di fiducia, una disciplina transitoria destinata ai MOT che non potrà trovare alcuna concreta applicazione.
 

Continua...

21 ottobre 2016

Convocazione Comitato di Coordinamento Unicost

II Comitato di Coordinamento Nazionale di Unità per la Costituzione è convocato in Roma per il giorno sabato 12 novembre alle ore 11,00 presso l'aula Giallombardo della Corte di Cassazione, p.zza Cavour con il seguente ordine del giorno:

1)  Elezione del Presidente di Unità per la Costituzione;

2)  Composizione della Segreteria Nazionale;

3)  Linea politica della corrente all'interno dell'A.N.M.;

4)  Esame delle relazioni redatte dalle commissioni di studio nominate dal Ministro della Giustizia in tema di ordinamento giudiziario e C.S.M. e valutazione dei recenti interventi legislativi;

5) Avvio del percorso d'individuazione dei candidati al C.S.M. ai quali, ai sensi dell'art. 8 dello Statuto, Unità per la Costituzione assicurerà il proprio sostegno;

6) Rapporti con  la Scuola Superiore della Magistratura con particolare riferimento alla tematica relativa al tirocinio dei M.O.T.;

7) Programmazione delle iniziative culturali della corrente; indizione del Congresso Nazionale di Unità per la Costituzione;

Continua...

10 ottobre 2016

Rapporto CEPEJ 2016

E' stata oggi pubblicata l'edizione 2016 del Rapporto CEPEJ, la Commissione Europea per l'Efficienza della Giustizia, istituita nel 2002 dalla Commissione dei Ministri del Consiglio d'Europa con lo scopo di valutare e promuovere  l'efficienza dei sistemi giudiziari dei 47 Stati membri del Consiglio d'Europa .

Lo studio  CEPEJ  2016  analizza i  dati  forniti dagli Stati con riferimento al periodo 2010- 2014 e focalizza la propria attenzione sui seguenti temi :  1) le risorse finanziarie  (capitolo 2);  le risorse umane (giudici, pubblici ministeri e personale, nonché avvocati cfr. capitolo 3);  l'organizzazione degli uffici giudiziari (capitolo 4); l'efficienza e la qualità del lavoro giudiziario di giudici e pubblici ministeri (capitolo 5).

Ad una primissima  lettura, e salva una più approfondita analisi, si evidenziano alcuni dati che riguardano l'Italia:

Le risorse finanziarie  destinate  alla giustizia hanno avuto un incremento  nel periodo 2010-2012 e  subìto un decremento del 3,40% nel periodo compreso tra il 2012 ed il 2014 (pagina 28 del Report) .

Il numero di giudici togati ogni 100.000 abitanti è di 11 a fronte di un numero medio di  21 (pagina 90).
 

Continua...

07 ottobre 2016

Giurisdizione e protezione internazionale

La protezione internazionale per i richiedenti asilo fra politica e giurisdizione. Questo il tema del seminario promosso dalla settima commissione al quale hanno partecipato lunedì scorso al CSM, in una discussione franca e seria, la presidente Laura Boldrini, Giovanni Legnini, Andrea Orlando, Angelino Alfano, Gennaro Migliore, Domenico Manzione, Gaetano Silvestri, Stefane Jaquemet , Antonello Ardituro, Luca Palamara, Mauro Palma, Chiara Peri, Paolo Aielli, Giovanni Dipietro, Franca Mangano, Helena Behr, Fulvio Troncone, Giulia Spadaro, oltre al sottoscritto.

Anche il dibattito, che ha visto gli interventi di alcuni dei presidenti dei Tribunali aventi competenza sulle procedure ex art. 35,  è stato molto interessante, ponendo l'attenzione sui profili organizzativi, sui diversi moduli utilizzati (assegnazione specializzata o a pioggia), sull'utilità delle applicazioni extradistrettuali speciali, sul deficit di personale di magistratura ed amministrativo, sul gratuito patrocinio e l'adeguata assistenza legale.

Spetterà al CSM, nell'ambito delle proprie competenze, fare dei passi avanti per la tutela di un diritto  fondamentale,  con la consapevolezza che il tema ha una portata politica e sociale che merita anche una attenzione peculiare negli uffici giudiziari, 

Continua...

28 settembre 2016