News

Questionario sulle modalità di preparazione al concorso in magistratura

Con nota del 25/1/2018, a firma del segretario generale del C.S.M., viene trasmessa ai Presidenti di Corte Appello ed ai Procuratori Generali una richiesta della sesta commissione di interpellare i magistrati nominati con d.m. 6/12/2007 e successivi sulle modalità di preparazione al concorso in magistratura. Alla nota era altresì allegato un format finalizzato ad una raccolta in modo uniforme della richiesta informazioni.  
Successivamente alla diffusione della suddetta nota, in data 26/1/2018, viene diramato, da parte del gruppo di coordinamento di Autonomia ed Indipendenza, un comunicato con il quale viene chiesto quali finalità vengano perseguite dal C.S.M. con la citata iniziativa e quali modalità vengano previste per la conservazione dei dati raccolti. 
Si apprende, quindi, con un comunicato a firma di tre consiglieri della sesta commissione diramato nella serata di ieri, che la richiesta di predisporre un questionario informativo sulle modalità di preparazione al concorso in magistratura era stata avanzata dal solo consigliere Morgigni e che nessuna delibera era stata adottata in proposito dalla sesta commissione. 
Unità per la Costituzione, esprimendo, in ogni caso, il proprio dissenso rispetto ad iniziative comunque assunte volte ad acquisire dati extra curricolari ed attinenti alla sfera privata del magistrato, chiede che venga fatta immediata chiarezza in ordine alla dichiarata insussistenza di qualsiasi decisione da parte della sesta commissione

Continua...

27 gennaio 2018

Incontro con i candidati per le elezioni del CSM

Martedì 20 febbraio 2018, ore 15.30
Palazzo di Giustizia di Brescia - Via Lattanzio Gambara n. 40 - Aula n. 67
(Corte di Assise)

La Segreteria bresciana di Unità per la Costituzione organizza un incontro per discutere su alcuni tra i "temi nevralgici" oggetto di attenzione da parte dell'organo di autogoverno: le valutazioni di professionalità, la dirigenza, il disciplinare, le condizioni di lavoro e la nuova circolare sulle procure. Interverranno i colleghi:

Carmelo Celentano (Sostituto Procuratore Generale presso la Procura Generale della Corte di Cassazione)

Gianluigi Morlini (Giudice del Tribunale di Reggio Emilia)

Luigi Spina (Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari)

Al termine dell'incontro seguirà un aperitivo rinforzato presso il locale AREADOCKS in Via Gerolamo Sangervasio 12.

Continua...

24 gennaio 2018

Elezioni CSM 2018

All'esito di un percorso durato oltre un anno, Unità per la Costituzione ha individuato nei colleghi nel seguito indicati i candidati alle elezioni per il rinnovo della componente togata del C.S.M. ai quali, ai sensi dell'art. 8 dello Statuto, assicurerà  il proprio sostegno:

Collegio legittimità: 

  • dott. Carmelo Celentano - Sostituto Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione.

Collegio pubblico ministero:

  • dott. Luigi Spina - Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari.

Collegio giudici di merito:

  • dott. Michele Ciambellini - Giudice del Tribunale di Napoli
  • dott.ssa Concetta Grillo - Presidente di sezione del Tribunale di Caltagirone
  • dott. Marco Mancinetti - Giudice del Tribunale di Roma
  • dott. Gianluigi Morlini - Giudice del Tribunale di Reggio Emilia

Continua...

22 gennaio 2018

A proposito di Napoli, non mi arrendo.

A proposito di Napoli, non mi arrendo.
 
Non mi arrendo. All'idea che non abbiamo più nulla da fare, come cittadini napoletani. E' quello che provo a comunicare ai ragazzi quando li incontro nelle scuole, a rifuggire la rassegnazione: vale la pena essere fuori dal branco, non essere omologati al peggio, pensare con la propria testa, sapersi immedesimare nell'altro e nella sua debolezza per prenderne le parti, se del caso. Senza snobismo, capaci di stare con chi è più ricco e chi è più povero, con chi è più colto e chi lo è meno, con chi è del centro, della Napoli cosiddetta "bene",  e chi è della Napoli  delle periferie, che sono fuori e dentro la città,  come pure nel vuoto di senso di tanti ragazzi, figli della borghesia cittadina. 
 
Non mi arrendo. 
Napoli non è tutto un fallimento. Abbiamo vinto la camorra in alcuni quartieri, operando passo dopo passo, negozio dopo negozio, strada dopo strada,  grazie anche alla dignità riacquisita da tanti cittadini, alla fiducia che le istituzioni hanno saputo riconquistare, convincendo il cuore dei commercianti sottoposti al racket, delle donne e degli uomini, dei ragazzi e delle ragazze,  che era venuto il momento di cambiare, di liberarsi da un giogo, di riconquistare la libertà.

Continua...

17 gennaio 2018

Apertura pratica per copertura posti vacanti di magistrato di sorveglianza

Cari colleghi,

La scorsa settimana abbiamo chiesto al Comitato di Presidenza l'apertura di una pratica per far sì che la Terza Commissione, competente per regolamento, provveda con urgenza alla copertura di tutti i posti vacanti di magistrato di sorveglianza e per l'assegnazione della presente pratica alla ulteriore Commissione che si ritenga competente.

Quest'iniziativa è l'espressione dell'attenzione del gruppo consiliare di Unicost per le tematiche legate all'esecuzione della pena, come dimostra il fatto che già dall'aprile 2016 abbiamo chiesto l'apertura di una pratica volta all'attuazione della Commissione Mista sui problemi della Magistratura di Sorveglianza. Su nostro impulso, quindi, la  Nona Commissione ha ritenuto di "riattivare quelle sinergie" che in passato avevano favorito una riflessione comune sui problemi della magistratura di sorveglianza, "coinvolgendo nella ricerca delle soluzioni alle problematiche connesse alla funzionalità degli uffici, alla esecuzione della pena e alla tutela dei diritti dei detenuti e

Continua...

17 gennaio 2018

Moratoria per i componenti togati del CSM e fuori ruolo

Nulla è cambiato.

Si è intervenuti ancora una volta, l'ennesima, alla chetichella, nottetempo, in un contesto normativo distonico, deputato naturaliter a tematiche affatto diverse da quelle ordinamentali o, comunque, attinenti all'amministrazione della Giustizia, senza alcuna interlocuzione con l'ANM e con il CSM.

Due e due soltanto devono essere gli interlocutori del Parlamento e del Governo: l'Organo di Autogoverno della Magistratura e l'ANM che rappresenta circa ottomila magistrati ordinari.

La norma abrogata (art. 30 D.P.R. n. 916 del 1958), voglio ribadirlo, era stata inserita nel D.P.R. n. 916 del 1958 dall'art. 13 della legge n. 44 del 2002 con la quale era stato, tra l'altro, introdotto il sistema elettorale attualmente vigente per la nomina dei componenti togati del C.S.M.; sul testo originario già si era intervenuti con l'art. 2 comma 1-bis del d.l. n. 90 del 2014, riducendo il periodo di "decantazione" originariamente fissato in due anni ad un anno.

Facilissimo censurare il metodo, pessimo; facile stigmatizzare il merito.

Continua...

16 gennaio 2018

ACCESSO IN MAGISTRATURA: necessità di nuove regole?

Le recenti e gravi notizie di stampa hanno riportato, se pure indirettamente, l'attenzione sul tema centrale dell'accesso in magistratura.

L'attuale procedura che regola l'accesso è stata modificata nel tempo con interventi normativi finalizzati, quantomeno negli intenti, a garantire la migliore qualificazione degli aspiranti. In particolare, nell'ultimo decennio sono stati introdotti nuovi e ulteriori requisiti, rispetto al possesso del diploma di laurea in giurisprudenza (e, ovviamente, ad altri) conseguito durante un corso di studi nel frattempo elevato da quattro a cinque anni.
Tali fattori, combinati tra loro, hanno comportato l'aumento dell'età degli aspiranti e, di conseguenza, dei Magistrati di prima nomina (M.O.T.).
Con particolare riguardo alle scuole di specializzazione, va detto che queste sono state ritenute non sufficienti, essendo diventata prassi costante di integrarne la frequentazione, abbinandola a quella di scuole private.
Varie risposte possono darsi sul perché ciò sia accaduto e continui ad accadere: la più ricorrente pare connessa all'aspirazione di sempre meglio connotare la propria preparazione, soprattutto perché le scuole di specialità previste, che riguardano tutte le

Continua...

11 gennaio 2018

CDC Unicost

E' convocato il Comitato di  Coordinamento di Unità per la Costituzione per il giorno 12 gennaio 2018 alle ore 17,00 presso la saletta dell'ANM con il seguente ordine del giorno che, in sostanza, riproduce quello del Comitato Direttivo Centrale dell'ANM del giorno seguente: 

  1. Proposta di modifica del Codice Etico dell'ANM introducendo regole relative all' utilizzo dei social network da parte dei magistrati.;
  2. Sostituzione del componente del Collegio dei Probiviri dimissionario, Marcello Maddalena;
  3. Discussione del cd "memorandum sulle tre giurisdizioni" con la partecipazione dei componenti della Giunta distrettuale ANM della Corte di Cassazione;
  4. Discussione sul tema: accesso alla magistratura e scuole di preparazione al concorso;
  5. Discussione in merito a recenti fatti di cronaca riguardanti magistrati;
  6. Documento della commissione permanente in materia di esecuzione penale carcere sul decreto legislativo di riforma dell'ordinamento penitenziario: discussione ed eventuale approvazione;

Continua...

11 gennaio 2018

Ricollocamento consiglieri CSM

Si è persa un'occasione per intervenire in modo organico sulla disciplina dei magistrati destinati a funzioni diverse da quelle giudiziarie, fra i quali rientrano anche i componenti del C.S.M. Viceversa, si è preferito intervenire, senza nessuna preventiva interlocuzione con l'A.N.M. e con il C.S.M., che pure, ai sensi dell'art. 10 legge n. 195 del 1958, svolge una funzione consultiva per le leggi in materia di ordinamento giudiziario ed amministrazione della giustizia, abrogando tout courtle previsioni contenute nel terzo e quarto periodo dell'art. 30 D.P.R. n. 916 del 1958, che stabilivano l'obbligatorio rientro in ruolo dei magistrati alla cessazione della carica di componenti del C.S.M. nella sede di provenienza e nelle funzioni in precedenza esercitate, ponendo altresì il divieto, per i suddetti magistrati, di accedere ad incarichi direttivi o semidirettivi o di essere nuovamente collocati fuori ruolo prima del decorso di un anno dalla fine del mandato. La suddetta norma era stata inserita nel D.P.R. n. 916 del 1958 dall'art. 13 della legge n. 44 del 2002 con la quale era stato, tra l'altro, introdotto il sistema elettorale attualmente vigente per la nomina dei componenti togati del C.S.M.; sul testo originario già si era intervenuti con l'art. 2 comma 1-bis del d.l. n. 90 del 2014, riducendo il periodo di "decantazione" originariamente fissato in due anni ad un anno.

Continua...

08 gennaio 2018

Foggia, incontro Unicost

In data 11 gennaio 2018 alle ore 10,00 il gruppo di Unità per la Costituzioneterrà un incontro presso il palazzo di Giustizia di Foggia, sala riunioni del Tribunale, per confrontarsi sui seguenti argomenti di estremo interesse e di notevole attualità, che hanno occupato di recente il CSM e che saranno pure al centro dell'attività della prossima consiliatura.

Interverranno:

dott. Carmelo CELENTANO, Sost. Proc. Gen. presso la Suprema Corte di Cassazione, sul tema: "L'evoluzione della giurisprudenza sul disciplinare";

dott. Luigi SPINA, Sost. Proc. presso il Trib. di Castrovillari, sul tema: "La nuova Circolare sull'organizzazione delle Procure";

dott. Michele CIAMBELLINI, Giudice Tribunale penale Napoli, sul tema: "Le valutazioni di professionalità".

Siete tutti invitati a questa preziosa occasione di confronto sulle future sfide che il governo autonomo della magistratura si troverà ad affrontare.

Continua...

05 gennaio 2018