News

Circolare sulle tabelle e presenza degli avvocati nelle commissioni flussi

Con la delibera assunta ieri (relatori tutti i componenti della settima commissione, Galoppi, Clivio, Morgigni,  Cananzi,  Balduzzi, Leone), il Consiglio Superiore ha approvato la circolare sulla formazione delle tabelle di organizzazione degli uffici giudiziari per il triennio 2017/2019.
Si tratta di un intervento sistemico sulla fonte di normazione secondaria di assoluta importanza per la struttura organizzativa degli uffici giudicanti.
La circolare è stata integralmente rivista al fine di assicurare maggiore accountability alle decisioni incidenti sull'organizzazione degli uffici ed è stata adeguata alle novità conseguenti all'avvio del nuovo sito internet  consiliare.
In particolare, si è provveduto a semplificare i procedimenti di formazione e di approvazione delle tabelle e a tratteggiare una più puntuale tempistica delle diverse fasi procedimentali.
Il Csm, anche alla luce del protocollo d'intesa tra Csm e Cnf  stipulato il 13  luglio 2016, ha inteso garantire nuovi profili di coinvolgimento del ceto forense nel corso del procedimento di formazione dei progetti tabellari, ben consapevole che il miglioramento del servizio giustizia presuppone l'implementazione di azioni sinergiche tra magistratura e avvocatura. 

Continua...

26 gennaio 2017

Report CDC ANM

La riunione del Comitato Direttivo Centrale dell'ANM del 14 gennaio è iniziata con un breve intervento di Davigo che ha dato atto con "doloroso stupore" come gli accordi raggiunti a seguito delle trattative con il Ministro della Giustizia e il Presidente del Consiglio, nonostante l'affermata continuità del nuovo esecutivo rispetto al precedente Governo, non siano stati in alcun modo rispettati. 

Il Segretario Generale, Francesco Minisci ha quindi svolto una completa ed efficace relazione sull'attività e sugli accadimenti degli ultimi mesi, compiendo un ampio excursus sulle ragioni dell'intervento normativo, avente adoggetto la modifica della legittimazione e la proroga di alcuni magistrati della Cassazione, e sulle dinamiche che hanno portato alla mancata introduzione delle modifiche richieste dall'ANM.

Continua...

17 gennaio 2017

Manifestazioni indette per l'anno giudiziario

In attesa del report che riassumerà l'andamento dei lavori del C.D.C. di ieri e spiegherà come si è pervenuti all'approvazione all'unanimità del documento finale, ritengo doveroso fornire le precisazioni che seguono anche alla luce del lucido intervento dell'amico Rodolfo Sabelli,  che ringrazio per il  contributo che, dall'alto della sua passata esperienza, sta dando in un momento davvero delicato della nostra attività associativa.

Il documento approvato dal C.D.C. non parla di disertare la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario in Cassazione; si dice, e non a caso, che l'A.N.M. non parteciperà alla suddetta cerimonia ed il distinguo non è di poco momento.  Alla cerimonia in Cassazione, a differenza di quanto avviene nei distretti, l'A.N.M. non è chiamata a svolgere alcun ruolo ufficiale; viene solo invitata per motivi di cortesia istituzionale nelle persone del presidente, del segretario generale e del vice presidente.

Continua...

15 gennaio 2017

Relazione introduttiva di Roberto Carrelli Palombi

Le tensioni e le vicende politiche del Paese che hanno segnato la fine del 2016 devono costituire la base per un'attenta riflessione che oggi si impone  in vista del Comitato Direttivo Centrale del 14 gennaio. Si tratta di una riflessione che deve spaziare in tutte le direzioni: in primo luogo occorre considerare il mutato quadro politico generale del Paese nel quale si inserisce l'azione dell'A.N.M.  a difesa dell'autonomia ed indipendenza della Magistratura, quadro che è necessariamente destinato ad incidere sulle scelte di politica associativa ed anche di strategia sindacale; quindi occorre considerare il  profilo associativo ed in particolare aprire una discussione sulla effettiva tenuta dello schema tradizionale dell'unica associazione dei Magistrati italiani, sul suo appeal verso i giovani Magistrati e sulle azioni da porre in essere rispetto alle troppo frequenti spinte disgregatrici; si impone, inoltre, una riflessione sulle interferenze reciproche fra l'attività associativa e quella istituzionale che svolge all'interno del circuito dell'autogoverno locale e nazionale.

Continua...

11 gennaio 2017

Convocazione Comitato di Coordinamento Unicost

A seguito della convocazione del Comitato Direttivo Centrale dell'ANM, è convocato il Comitato di Coordinamento di Unità per la Costituzione per venerdì 13 gennaio 2017 alle ore 15,30  presso la sede  dell'ANM in Roma Cassazione con il seguente ordine del giorno:

1. Iniziative da adottare in conseguenza del mancato rispetto degli accordi da parte del Governo in ordine ai correttivi da apportare al D.L. 168/2016;

2. presentazione dei lavori delle commissioni permanenti di studio;

3. varie ed eventuali.

 

 

                                                                                                       Il Presidente                                                                                                        Silvana Sica
 

Continua...

11 gennaio 2017

Tavola rotonda: "Evoluzione del processo penale nel progetto di riforma"

 

Salerno 15 12 2016 small

Le Segreterie Unicost di Salerno Potenza e Catanzaro hanno organizzato un convegno che si terrà nella giornata di giovedì 15 dicembre dal titolo  "Evoluzione del processo penale nel progetto di riforma", alle ore 16,30 presso la Camera di Commercio di Salerno - Gran Salone dei Genovesi.

INTRODUCE:

Dr. Gianluigi Morlini - Comitato Direttivo Scuola Superiore della Magistratura

RELATORI:

On.le David Ermini - Deputato e Resposabile Giustizia PD

Dr. Massimi Forciniti - Componente del Consiglio Superiore della Magistratura

Dr. Francesco Minisci - Segretario Generale dell'Associazione Nazionale Magistrati

Continua...

13 dicembre 2016

Magistrati collaboratori della quinta commissione del CSM ex art. 28 R.I.

Unità per la Costituzione e' da tempo impegnata affinché si instauri un corretto rapporto fra il circuito associativo e le sedi istituzionali dell'autogoverno: coloro che sono stati democraticamente designati a fare parte di organismi istituzionali devono impostare la loro azione nell'esclusivo interesse dell'Istituzione superando ogni vincolo di provenienza ed appartenenza.  
 
In questa direzione merita di essere condivisa la riflessione sulla effettiva necessità ed opportunità di fare ricorso, frequentemente, all'apporto di magistrati esterni al CSM per lo svolgimento di attività tipicamente istituzionali, come sono quelle di redazioni dei profili dei candidati ad incarichi direttivi e di stesura delle motivazioni delle proposte, che, tradizionalmente, venivano svolte dalle strutture interne al CSM.
 
Trattasi, infatti, di attività che rientrano appieno nelle prerogative dei componenti del CSM, attraverso le quali si forma la volontà consiliare e  e per le quali il ricorso a figure esterne al circuito istituzionale dovrebbe rappresentare l'eccezione necessaria per far fronte a situazioni di assoluta emergenza e mai la regola. 

Continua...

09 dicembre 2016

Parere del CSM sulla riforma delle piante organiche dei Tribunali e delle Procure

Mercoledì il CSM alla presenza del Ministro Orlando ha reso il parere sulla riforma delle piante organiche dei Tribunali e delle Procure. Abbiamo detto un "si" alla nuova pianta organica, ma in modo condizionato all'accoglimento delle integrazioni richieste per i tribunali metropolitani, i piccoli uffici e gli uffici del Sud e del Centro. 
Un parere che vuole, partendo dal principio di realtà che rende non più procastinabile l'intervento, rafforzare e rendere più efficienti uffici che sono in attesa da decenni di altri magistrati, ma che sollecita il Ministero ad una azione che non si esaurisca qui, sia per il personale di magistratura che per il personale amministrativo. 
La parola passa al Ministero, al quale abbiamo chiesto di accogliere le nostre richieste di integrazione di oltre 50 posti con la riduzione dei magistrati distrettuali. La liquidità della realtà sociale e giudiziaria impone di verificare ogni tre anni la distribuzione dei magistrati specie per gli uffici che tre anni fa furono istituiti (come Napoli Nord) e per gli uffici che hanno accorpato altro territorio.
Diamo il nostro contributo per una giustizia di qualità per i cittadini.
...........................................................

Continua...

26 novembre 2016

Dalla scelta della sede alla prima valutazione di professionalità: problemi e prospettive

La segreteria Unicost di Milano ha organizzato un incontro dal titolo "Dalla scelta della sede alla prima valutazione di professionalità:  problemi e prospettive", che si terrà il giorno 28 novembre 2016alle ore 15,30 presso il Palazzo di Giustizia di Milano, Saletta ANM.

NE DISCUTONO:

Il Consigliere del C.S.M. Rosario Spina (Presidente della IV Commissione "Valutazioni di Professionalità") 
insieme a  
Maria Vittoria Caprara e Liborio Fazzi (Magistrati Segretari del C.S.M. della III Commissione "Accesso in Magistratura e Mobilità" e IV Commissione)
 
Introduce e coordina Angela Scalise (Segreteria Unicost Milano)
 
Seguiranno gli interventi di Erica Battaglia (sostituto procuratore presso la Procura della Repubblica di Brescia), Maria Burza (giudice presso il Tribunale di Vercelli), Stefano Colombo (giudice presso il Tribunale di Varese) e Francesca Lisciandra (giudice presso il Tribunale di Lodi), tutti in attesa della I Valutazione, che illustreranno le proprie esperienze concrete e daranno suggerimenti sull'impostazione dell'ultima parte del tirocinio,

Continua...

25 novembre 2016