News

Scopertura degli uffici del distretto di Catania e sedi MOT

Con la proposta esitata ieri  dalla III commissione del CSM si avvia alla rapida definizione la procedura di tramutamento che ha avuto inizio con la pubblicazione del  "bollettone"  relativo ai posti  requirenti e giudicanti di primo grado pubblicato il 6 luglio scorso , che, come già evidente già al momento della scadenza dei termini per la presentazione delle domande avrà rilevanti e drammatiche conseguenze sull'assetto degli uffici giudiziari del distretto determinando  anche in considerazione  dei già deliberati trasferimenti in secondo grado, un sostanziale svuotamento di risorse nei Tribunali di Siracusa e Caltagirone ,  con vacanze complessive di gran  lunga superiori al 30%.

A ciò aggiungasi che privi di aspiranti sono rimasti i posti , pur inseriti nel detto bando, di giudice e sostituto procuratore del Tribunale di Siracusa e di giudice del Tribunale di Ragusa, nonché di un giudice della sezione lavoro del Tribunale di Catania.

Riteniamo assolutamente indispensabile che tutti i posti vacanti nei Tribunali del distretto, vengano inseriti nell'elenco delle sedi da assegnare ai MOT ormai prossimi alla scelta della sede in modo da garantire che non si determini una pericolosa ed irreparabile soluzione di continuità nella gestione della giustizia nei nostri Tribunali.


Ribadiamo la richiesta da noi già formulata ai Presidenti del Tribunali interessati ed al Presidente della Corte d'Appello di farsi portavoce di tali esigenze  presso il Consiglio Superiore della Magistratura e di adottare tutti gli strumenti previsti dall'ordinamento giudiziario per impedire la paralisi degli Uffici giudiziari maggiormente interessati dai movimenti interne chiedendo altresì che anche  la Giunta distrettuale dell'ANM rappresenti formalmente al CSM la gravissima situazione degli Uffici giudiziari del distretto.

La segreteria distrettuale