News

Mozione approvata al Congresso di Viterbo

L'assemblea di unità per la costituzione fa proprio il grido di dolore dei magistrati baresi lanciato all'apertura del Congresso nazionale di Viterbo. 

Condivide lo sconcerto e il disorientamento di tutti i magistrati del Distretto di Bari- in una battaglia comune con il personale amministrativo e l'avvocatura- per un problema che si trascina irrisolto da decenni.

Le autorità amministrative preposte, nonostante le numerose sollecitazioni dei capi degli uffici e dell' Anm locale,non hanno mai adeguatamente affrontato il grave problema, dotando una delle più grandi sedi giudiziarie di Italia di una struttura progettata e realizzata  come sede di Uffici giudiziari.

Prima del benessere organizzativo e dell'efficienza degli uffici deve essere garantita la sicurezza sui luoghi di lavoro e l'incolumità di cittadini-utenti, personale amministrativo  e delle forze dell'ordine, avvocati e magistrati.

Esprime vicinanza e solidarietà ai Magistrati  e ai Dirigenti del Tribunale e della Procura della Repubblica che operano  nella sede di via Nazariantz.

L'assemblea di Unità per la Costituzione all'unanimità chiede con forza , richiamandosi ai principi costituzionali enunciati dagli articoli   24 e 110 della Costituzione che gli uffici giudiziari baresi siano posti in condizione di svolgere la propria funzione con dignità ed efficienza, continuando a garantire il regolare funzionamento della Giustizia e un fondamentale presidio di legalità in un territorio particolarmente esposto anche a fenomeni di criminalità organizzata.

Invita ad una larga  partecipazione all'incontro con la Giunta Esecutiva Centrale dell'ANM già indetto dal presidente Francesco MINISCI che si terrà In Bari in data 6 giugno 2018.