Statuto

Articolo 2

Diritti e obblighi sociali

1.  L'esercizio dei diritti statutari, l'elettorato passivo e attivo per le cariche statutarie, associative e la designazione nella lista per le elezioni delle giunte distrettuali e del Comitato Direttivo Centrale dell'Associazione Nazionale Magistrati sono subordinati al regolare versamento del contributo annuo all'Associazione Nazionale Magistrati e del contributo alla Tesoreria della corrente nella misura fissata dall'Assemblea Generale nella prima determinazione e successivamente aggiornata periodicamente da parte del Comitato di Coordinamento Nazionale.

2.  Tale norma non opera per le Assemblee che non prevedono all'ordine del giorno elezione di organi della corrente o designazioni di candidati.

3.  L'elettorato attivo viene riconosciuto ai soci dell'ANM in regola con il versamento della quota annuale, purché non siano iscritti ad altre correnti. L'elettorato passivo è riconosciuto soltanto agli aderenti alla corrente e all'ANM in regola con il versamento della quota annuale.